DiversiPensieri

opinioni su politica, società, economia, ambiente, tutto e niente

Google tax


google_logoDella google tax ( o web tax)  si è discusso molto in questi giorni. Era la tassa che tentava di imporre ai grandi operatori del web (google, facebook, amazon, …) di pagare in Italia le tasse sui guadagni che maturano in Italia.

Di seguito trovate alcuni link a chi la difende:

http://www.huffingtonpost.it/carlo-de-benedetti/renzi-google-tax_b_4453929.html
http://www.huffingtonpost.it/federico-mello/ma-perche-facebook-non-deve-pagare-le-tasse_b_4452832.html

e di chi la osteggia:

http://www.huffingtonpost.it/andrea-stroppa/la-web-tax-e-come-la-corazzata-potemkin-nel-film-di-fantozzi_b_4459484.html
http://www.wired.it/attualita/politica/2013/12/16/ecco-perche-la-web-tax-danneggia-litalia/

Sostanzialmente chi la appoggia ne fa una questione di principio: se guadagni in Italia è giusto che lasci qualcosa anche qui;  mentre chi la osteggia ne fa una questione tecnica: la web tax come è formulata non farebbe altro che creare delle controversie fiscali internazionali e limitare la crescita del web in Italia

Personalmente sono d’accordo sul principio, per quel che riguarda il metodo, dovrei districarmi tra temi di diritto europeo e diritto tributario italiano in correlazione alla vendita via WEB dei servizi intangibili (pubblicità). Francamente non mi interessa.

Mi interessa invece notare come tutti gli oppositori a questa legge tendenzialmente ignorano il principio di fondo, disprezzo il metodo, ma non forniscono alcuna soluzione alternativa. 

È probabile che ad un problema di natura internazionale la soluzione andrebbe trovata in ambito internazionale. Ed è altrettanto probabile che la gestione del commercio elettronico meriti uno sforzo intellettuale per una legislazione diversa da quella che viene applicata alle merci tradizionali. Trovo comunque sbagliato disprezzare un tentativo, per quanto maldestro, di far valere un principio di equità. Criticare è giusto, ma meglio sarebbe collaborare alla stesura di una legge o di una strategia efficiente all’applicazione di principio di giusto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/12/2013 da in Economia, Politica, Società con tag , .
Pierluigi Argoneto

Writing, reading and all that Jazz.

il ragionevole dubbio

Un tentativo di lettura critica su scienza, salute, quotidianità e amenità varie

macosamidicimai

“Noi possiamo fottercene della politica ma sarà la politica che si fotte noi” S.B.

-CogitanScribens-

Le idee di Giovanni Proietta, Gianluca Popolla, Pierfrancesco Gizzi, Giancarlo Ruggero, Sara Bucciarelli, Alessandro Liburdi, Roberto Quattrociocchi, Vittorio Gapi, John Lilburne e di chiunque abbia qualcosa di interessante da dire senza averne lo spazio.

Il S@rcoTr@fficante

Blog per il contrabbando di sarcasmo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: