DiversiPensieri

opinioni su politica, società, economia, ambiente, tutto e niente

Fare (anche) cose buone


Nel primo discorso da presidente, Trump ha dichiarato: ‘Arresteremo o espelleremo gli immigrati clandestini che hanno commesso reati, si tratta di 2 o forse 3 milioni di persone’. I commenti dei più: ‘fa bene’, oppure ‘vedi che fa cose di buon senso?’.

E anche a me pare una buona cosa. Chi potrebbe mai dire che non sia positivo togliere dalle strade 2-3 milioni di criminali? Ma quindi?

È il ragionamento del cazzo che fanno quelli che parlando di Mussolini dicono che ha fatto anche delle cose buone. In genere tirano fuori la bonifica della palude pontina. Una buona cosa. Ottima. Come diverse altre, senz’altro. Molto meno buone invece le squadracce, l’omicidio Matteotti, le leggi razziali eccetera.

Quindi se a Mussolini togliamo le squadracce, l’omicidio Matteotti, le leggi razziali eccetera, magari possiamo considerarlo uno statista di buon senso. Ma non sarebbe più Mussolini. Sarebbe uno statista qualunque. Uno che ha fatto bonificare una palude.

Se ci si ricorderà per molti secoli di Mussolini, invece, è per le squadracce, l’omicidio Matteotti, le leggi razziali. Cose che uno statista qualunque non avrebbe fatto, le ha fatte solo lui.

E lo stesso vale per tutti gli altri, vale anche per noi. E in quale strano universo una/due cose di buon senso redimono da moli immani di cazzate?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20/11/2016 da in Società.
Pierluigi Argoneto

Writing, reading and all that Jazz.

il ragionevole dubbio

Un tentativo di lettura critica su scienza, salute, quotidianità e amenità varie

macosamidicimai

“Noi possiamo fottercene della politica ma sarà la politica che si fotte noi” S.B.

-CogitanScribens-

Le idee di Giovanni Proietta, Gianluca Popolla, Pierfrancesco Gizzi, Giancarlo Ruggero, Sara Bucciarelli, Alessandro Liburdi, Roberto Quattrociocchi, Vittorio Gapi, John Lilburne e di chiunque abbia qualcosa di interessante da dire senza averne lo spazio.

Il S@rcoTr@fficante

Blog per il contrabbando di sarcasmo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: